domenica 24 gennaio 2016

Lu gaddu - il gallo


Lu gaddu! E si pò dari                                Il gallo! E si può dare
Barometru chiù certu?                                barometro più certo?
Anzi si pò chiamari                                    Anzi si può chiamare
Un almanaccu apertu,                                un almanacco aperto,
E  ‘nsemi un bon curdinu                          e insieme un buon orologio
Cu lu risbigghiarinu.                                   con il risvegliarino.

Chi cura e viggilanza                                 Che cura e vigilanza
Ha pri lu so puddaru!                                 ha per il suo pollaio!
Contra di cui si avanza                              Contro di chi si avanza
Scudu si fa e riparu,                                   scudo si fa e riparo,
Lu pettu esponi, azzarda,                           il petto espone, azzarda,
Periculi nun guarda.                                   pericoli non guarda.

Manteni l'armunia                                        Mantien l’armonia
tra tutti, e quannu alcuna                            tra tutti, e quando alcuna
Gaddina s'inghirria,                                    gallina fa rissa,
Curri, e cu pizzuluna,                                 corre, e con beccature,
Cu gridi e colpi d'ali                                   con grida e colpi d’ali
La rendi sociali.                                           la rende sociale.

Si coccia in terra à vistu                             Se cocci in terra ha visto
O d'oriu o di frumentu,                              o d’orzo o di frumento,
Nun pensa farni acquistu                           non pensa a farne acquisto
Pri propriu nutrimentu,                              per proprio nutrimento,
Ma fermu, e a pedi 'ncutti,                         ma fermo, e a piedi uniti,
Chiama, e li sparti a tutti.                          chiama, e li divide a tutti.

Chi meravigghia poi                                 Chi si meraviglia poi
Si tantu ossequiatu                                    se tanto ossequiato
Ven'iddu da li soi?                                    viene lui dai suoi?
E l'omu, chi vantatu                                  E l’uomo, che vantato
Si è di raggiuni tempiu,                             si è della ragione come tempio,
Non imita st'esempiu?                               non imita questo esempio?


Dalla introduzione alle Favole Morali





In occasione del bicentenario di Giovanni Meli 1815 – 2015 - In un solo volume:
 il romanzo "L'Abate Meli" di Luigi Natoli
tutte le poesie che Luigi Natoli inserì nel trattato "Musa siciliana". 
E in Appendice  tante poesie di Giovanni Meli con testo italiano a fronte a cura di Francesco Zaffuto. 
Il volume di 730 pagine al prezzo di € 25,00 –  può essere richiesto alla casa editrice 

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per il commento che andate ad inserire - la redazione si riserva di cancellare commenti di pubblicità, e quelli che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza